+39 0776 831554

Pacentro


Descrizione

Pacentro è un comune italiano di 1140 abitanti della provincia dell'Aquila in Abruzzo. Fa parte della Comunità montana Peligna e del Parco nazionale della Majella.

Il castello venne costruito tra il X e l’XI secolo per difesa dalle scorribande di Saraceni e Normanni.

Varie famiglie nobiliari si susseguirono al potere tra il 1400 e il 1800: i Caldora, gli Orsini, De Sanctis, i Colonna, i Barberini.
Dopo l’unità d’Italia tutta la zona di Pacentro subì il fenomeno del brigantaggio.

Il Castello Caldora o Castello Cantelmo è costruito su una base di forma trapezoidale. Negli angoli vi sono delle torri, a base quadrata, di cui oggi ne sono visibili soltanto tre, tipiche nel paesaggio abruzzese della Valle Peligna. Vi sono anche tre bastioni circolari.
La struttura presenta una doppia cinta muraria; quella interna è più antica, e quella esterna è dell'epoca dei Cantelmo. Diversi sono gli stemmi presso l'ingresso e sulle torri. Il più leggibile è quello degli Orsini. L'apparato decorativo rivela una matrice rinascimentale, prossima al cornicione del campanile di Santa Maria Maggiore, tranne i portali ogivali.
La costruzione è antecedente al periodo compreso tra fine del '300 e l'inizio del '400, dato che in questo periodo venne fatta la prima ristrutturazione.
Un rinforzo comprendente alcuni potenziamenti avviene nella seconda metà del XV secolo quando gli Orsini fecero aggiungere dei torrioni circolari.
Negli anni sessanta del secolo scorso, il castello fu restaurato di nuovo, ma l'utilizzo massivo di cemento armato provocò strascichi polemici; successivamente, ulteriori restauri restituirono l'aspetto originario della fortezza peligna.

Molto importante anche la chiesa parrocchiale intitolata a Santa Maria Maggiore o della Misericordia. Essa è costituita da tre navate divise da pilastri ottagonali, di struttura quattrocentesca. La facciata risale al tardo Cinquecento pur conservando anch'essa una impronta quattrocentesca.

Tra le tradizioni locali spicca la "Corsa degli Zingari", gara podistica a piedi nudi che si tiene la prima domenica di settembre in onore della Madonna di Loreto. I giovani del paese salgono sulle pendici del Colle Ardinghi, che si trova di fronte al paese, e al suono improvviso della campana della chiesetta dedicata alla Vergine si lanciano scalzi lungo il ripido e aspro sentiero che dal colle porta alla chiesa riportando non poche ferite. Di origini antichissime, risalenti secondo alcuni a riti romani, la leggenda vuole che la Corsa fosse utilizzata anche dal valoroso condottiero Giacomo Caldora per selezionare tra i popolani validi elementi per il suo esercito mercenario.

Tours

Percorso borghi nella valle Peligna

Indirizzo

Largo del Castello, 67030 Pacentro (AQ)

Tags

    Galleria foto


    Galleria video


    Pacentro ripresa da un drone

    13/06/2018