+39 0776 831554

Ocre


Descrizione

Ocre è un comune abruzzese della provincia dell’Aquila che conta più di 1000 abitanti. Fa parte della comunità montana Amiternina e rientra nel territorio del Parco regionale naturale del Sirente-Velino.

I primi insediamenti del borgo risalgono al XIII secolo con la costruzione del castello di Ocre che fungeva anche da borgo abitato. La sua iniziale funzione era quella di proteggere la città di Aveia, oggi Fossa.
Nel 1254 il castello di Ocre partecipò attivamente alla fondazione dell’Aquila.
Nel 1423 Braccio da Montone danneggiò il castello durante la guerra dell’Aquila facendo così spostare il borgo dal castello a Villa San Panfilo.

Ocre è famosa per la presenza del castello, ma anche per il Convento di Sant’Angelo e il Monastero di Santo Spirito.

Il convento di Sant’Angelo è un convento francescano. Edificato nel 1409, col tempo perse d’importanza fino al 1860 quando fu soppresso, per essere riaperto dai francescani ad inizio Novecento.
Nel periodo della seconda guerra mondiale venne gravemente danneggiato dai tedeschi, che ne bruciarono gli arredi e i 1500 volumi della biblioteca.

Il monastero-fortezza di Santo Spirito fu eretto nel XIII secolo. Le alte mura che lo circondano fanno pensare ad una fortezza. D'altra parte, la sua posizione al di sotto dell'altura sulla quale sorge il castello di Ocre lo rendevano un avamposto per l’abitato.

Il castello di Ocre sorgeva a 933 m sul livello del mare.
Durante il regno di Carlo I d'Angiò, nel 1266 il castello passerà al Regno di Sicilia. Sempre nel 1266, il castello venne saccheggiato dagli aquilani dopo la ricostruzione della città precedentemente distrutta da Manfredi con il supporto dei baroni del circondario.
Nel 1283 il castello sarà assegnato a Giovanni di Bissone e nel 1293 subì un altro saccheggio da parte degli aquilani. L'attacco più grave, però, sarà quello sferrato nel 1423 dal capitano di ventura Braccio da Montone. Perso il ruolo di difesa della città dell'Aquila, il castello si avvierà verso una progressiva decadenza: all'inizio del XVI secolo Ocre non sarà più citata come "castrum" ma come "villa", con la popolazione che progressivamente abbandonò il borgo fortificato.
Il castello in realtà è più correttamente classificabile come "borgo fortificato". All'interno delle mura sono ancora visibili le antiche abitazioni, le case-torri e le strade.

Tours

Percorso borghi Amiternini

Indirizzo

Via del Convento, 67040 Ocre (AQ)

Tags

    Galleria foto


    Galleria video


    Il castello di Ocre ripreso dall'alto

    27/05/2018

    Il Monastero di Santo Spirito ripreso dall'alto

    27/05/2018