+39 0776 831554

Barisciano


Descrizione

Situato ad un’altitudine di 940 m sopra il livello del mare, si trova alle pendici del colle sulla cui vetta spicca l’antico castello medievale. Essendo circondato da vallate e crinali, gode di una posizione strategica e favorevole dal punto di vista ambientale.
L’antico borgo ha origine tra il VI e l’VIII secolo ed è inizialmente diviso in due Ville una rialzata rispetto all’altra.
Entrambe le Ville prendono parte attivamente alla costruzione e alla fondazione dell’Aquila nel XIII secolo ottenendo così in cambio la denominazione di una delle dodici porte della città che viene chiamata appunto Porta Barisciano.
Fino al Secondo Dopoguerra, la principale fonte economica per il borgo è stata la pastorizia insieme alla coltura di frumento, patate, mandorle e lenticchie.
Il processo di emigrazione dal paese è stato costante durante tutto il XX secolo portando la popolazione dai 4000 abitanti di inizio Novecento agli attuali 1800.
Il borgo ospita alcune chiese degne di nota e di visita:
Chiesa di San Flaviano (XI secolo)
Chiesa di S.Maria Valleverde (XVI secolo)
Chiesa di S.Maria Capo di Serra (XIV secolo)

Il castello di Barisciano è stato probabilmente eretto su un presidio più antico, posizionato strategicamente all’ingresso dell’altopiano di Navelli a guardia dei percorsi del Gran Sasso e della mulattiera che portava da L’Aquila a Foggia.
Si presenta a pianta quadrata mostrando alcuni resti delle strutture interne e alcuni tratti della cinta muraria il cui perimetro è ad oggi abbastanza identificabile grazie alla presenza dei quattro torrioni di fiancheggiamento.
Il suo abbandono risale probabilmente intorno al Cinquecento in seguito all’occupazione del castello da parte di Braccio di Montone nel 1423 dopo un lunghissimo assedio e al termine delle esigenze di difesa.
Il terremoto del 2009 ha gravemente danneggiato i resti della torre pentagonale, che è quasi del tutto crollata.

Tours

Percorso borghi Amiternini

Indirizzo

67021, Barisciano (AQ)

Tags

    Galleria foto