+39 0776 831554

Virtual Ricostruzione

Come funziona

Come funziona

Pensando al successo di diversi giochi per smartphone basati su realtà aumentata e geolocalizzazione, si propone un servizio didattico/ludico per svolgere delle missioni che hanno come obiettivo quello di conoscere dal vivo le bellezze culturali del territorio attraverso itinerari didattici e presentati sia sotto forma di realtà aumentata che come mappe gioco 2D. I turisti ed i cittadini potranno interagire completando le varie missioni, ovvero visitando quanti più beni culturali rispondendo di volta in volta a semplici quiz volti principalmente a creare delle classifiche nell’ottica di creare un circolo virtuoso attorno alla piattaforma.

Il progetto intende offrire un servizio ludico e didattico per far conoscere i beni culturali del territorio del cratere sismico aquilano attraverso contenuti multimediali, video, foto, modelli tridimensionali e testi dislocati nel tempo durante tutte le fasi dal pre al post ricostruzione.

Il servizio è erogato attraverso un’app per smartphone che unisce un aspetto divertente, guidando gli utenti attraverso percorsi tematici alla scoperta dei beni culturali del territorio, ed uno didattico, attraverso la presentazione in modalità innovativa di un ricco insieme di informazioni multimediali, foto, video, testi, modelli 3D.

Sono stati predisposti una serie di itinerari didattici composti da un insieme di beni culturali, tutti relativi al territorio del cratere sismico aquilano, e suddivisi per tematica, durata ed altri criteri in modo tale che siano facilmente individuabili dagli utenti. Per ogni bene culturale, sono state prodotte le informazioni sulla posizione - latitudine, longitudine ed altitudine – e, soprattutto, foto, testi, contenuti audio-visivi (sia streaming che registrati), modelli tridimensionali.

Gli utenti sono coinvolti alla scoperta della storia dei beni culturali tramite delle esperienze didattiche innovative per mezzo dell’app per smartphone. L’app mobile offrirà i servizi in maniera gratuita e, quota parte, in forma anonima, ovvero senza necessità di registrazione. Gli utenti possono selezionare i percorsi didattici da seguire dall’elenco predisposto e soggetto a continue evoluzioni e arricchimenti. Una volta selezionato l’itinerario didattico, l’utente diventa un vero e proprio giocatore alla scoperta del territorio. Il suo obiettivo consisterà nel visitare tutte le tappe del tour, l’app per smartphone certificherà gli spostamenti dell’utente monitorando il GPS dei dispositivi mobili.

In ogni momento, aprendo la mappa del percorso didattico sullo smartphone, l’utente potrà rendersi conto dei beni culturali che lo circondano che compariranno come dei marker in overlay sulla mappa Google Maps.

Il progetto consente anche una visualizzazione in stile realtà virtuale/aumentata dove un’immagine o un simbolo rappresentativo compare come un overlay sulle immagini riprese dalla fotocamera dello smartphone che sta inquadrando una zona dove è presente un bene culturale censito sulla piattaforma e distante entro un certo raggio.

Lo scopo dell’applicazione è principalmente didattico; dal marker sulla mappa o dalle immagini in overlay sull’area di realtà aumentata, l’utente è invitato ad attivare la visualizzazione della timeline dei contenuti. Tale timeline consiste nel “core” del sistema informativo dato che permette l’accesso a tutti i contributi storici e attuali del bene culturale selezionato.

Gli utenti che completeranno un itinerario potranno condividere le proprie esperienze tramite l’app, previa la registrazione, totalmente gratuita. Inoltre, l’app presenterà un piccolo quiz per tastare le competenze acquisite dall’utente/giocatore durante il percorso didattico.